Giostra del Saracino Arezzo, 133ma edizione, 4 settembre 2016

arezzo_giostra_sept_2005"Corridor vidi per la terra vostra, o Aretini, e vidi gir gualdane, fedir torneamenti e correr giostra;"   

Dante -  Inferno XXII

La Giostra del Saracino (“Giostra ad burattum”) è un antico giuoco cavalleresco che, come esercizio di addestramento militare, affonda le sue radici nel Medio Evo e richiama la secolare lotta sostenuta dalla cristianità occidentale per contenere l’avanzata musulmana.

Il penultimo sabato di giugno e la prima domenica di settembre,Piazza Vasari (Piazza grande per gli Aretini) diventa lo scenario della Giostra del Saracino, relagando la Fiera antiquaria nella Cornice dell’antico Parco “Del Prato".Il Saracino si racconta così; ma è molto di più, per un aretino, le due settimane precedenti alla giostra sono aggregazione, goliardia, ritornare ragazzi.

Chi viene ad Arezzo in questi giorni viene rapito, da questa voglia di stare insieme, ed è questo, il metodo migliore per capire l’avvenimento. Il giorno della giostra poi è una città che si ferma; che torna indietro nel tempo; I rumori di quella domenica sono solo quelli scanditi dal ritmo dei tamburi di guerra e delle chiarine, dai cavalli e dai canti; e colori, e bandiere, e voglia di stare insieme, di divertirsi ma di primeggiare, Storia, folklore e goliardia si fondono per tutto il giorno; un giorno che farà parlare la città fino all’anno successivo, e incanta il turista che vive questo..... aretino per un giorno.